po·è·ti·ca

La mia ricerca è incentrata sul tema del paesaggio, che acquisisce un duplice significato, elemento naturale e al contempo indagine psicologica. Nell’ osservare i paesaggi rappresentati, ci troviamo davanti a espressioni dell’assenza dell’essere umano che tuttavia si colloca nell’ immagine con emozioni inconsce.

Attraverso il mio lavoro, attribuisco ad ogni paesaggio una una sorta di sospensione temporale, eliminando l’aneddoto e le storie personali dentro di esso.

Estrapolare l’essenziale per dare valore al “vuoto” che completa l’opera è importante, facendo soffermare l’osservatore ai dettagli della natura quasi fosse un viaggio introspettivo, portando il fruitore ad entrare in empatia con la visione naturale del luogo in modo purificato.

Le immagini sono trasposte in fotografie, dipinti, acquerelli o composizioni di erbe perenni, raggruppati in forma di assemblaggi in relazione allo spazio architettonico in cui sono ubicate.

Pubblicità